Coltivare l'Aloe

L’Aloe è caratterizzata da elevate esigenze termiche, con una temperatura minima letale tra 0 e –1 °C. Predilige terreni di medio impasto, sciolto, profondo, ben drenato, poiché l’Aloe teme il ristagno idrico. Il pH ottimale è quello neutro (da 6,5 a 7,5). Non presenta elevate esigenze idriche, ma sopporta male stress idrici prolungati nel periodo estivo. L’adeguata disponibilità idrica influisce positivamente sulla salute della pianta.
L’Aloe non ha elevate esigenze nutritive, nel periodo invernale si consiglia la somministrazione di concimi organici, con bassa percentuale di azoto, da evitare una concimazione chimica dato che è una pianta rustica, si potrebbero riscontrare residui nel gel.
 
Per quando riguarda la coltivazione in vaso, tale pianta si adatta abbastanza, infatti, è definita una pianta grassa d’appartamento.
Si consiglia un substrato misto con torba (75%) e sabbia (25%). Effettuare turni di irrigazione regolari.